Tiara Yachts e nuovi modelli: quale rotta ha preso?

Un tempo c’era Tiara Yachts, costruttore di imbarcazioni express e convertible con vocazione alieutico/crocieristica, rigorosamente entrobordo (con rare eccezioni efb per la serie Sport), con linee tese e sempre attuali anche a distanza di anni.

Le linee classiche dei Tiara impressi nella mente dei pescasportivi sono tese, con un gradino a spigolo che eleva il cavallino verso prua, grandi parabrezza in solido vetro temperato e alluminio anodizzato.

Poi c’era la divisione più prettamente fisherman della Pursuit Boats, facente parte dell’unico gruppo S2 Yachts, proprietario di entrambi i marchi. Questa era dedita a center console, cuddy cabin e walkaround variamente motorizzati, più specificamente caratterizzati per l’uso in pesca sportiva.

Pursuit è stata sempre connotata da caratteristiche più prettamente alieutiche, senza comfort orientati al day cruising o ad altre attività di estivo diletto.

Insomma, in S2 avevano le idee chiare: chi voleva una barca comoda per crociere in famiglia, autonomia e praticava la pesca, sceglieva Tiara; per chi, invece, voleva una barca da pesca senza compromessi c’era Pursuit.

Oggi Tiara si cimenta in campi per questo marchio nuovi e cerca di accontentare un po’ tutti, unendo in un mix di caratteristiche tipiche del day-cruiser, motorizzazioni fuoribordo di grande potenza tipiche dei fisherman di medie dimensioni. E’ pur vero che la serie Sport di Tiara, nata più di trent’anni or sono e sospesa dal mercato per quasi venti fino ad oggi, aveva una inclinazione più diportistica, ma mai si era vista una tripla motorizzazione fuoribordo su un Tiara di 40 piedi (per questo c’è già il Pursuit S408, allestibile con appositi pacchetti cruising). E non si era mai nemmeno visto un pozzetto ingombrato completamente da una lounge a U.

Esprimo perplessità a tal riguardo, poiché a mio parere così si rischia di edulcorare il carattere di un marchio che ha impiegato decenni per diventare un indiscusso riferimento della cantieristica statunitense.

Più che altro i miei dubbi, assolutamente opinabili, ineriscono il messaggio che credo giunga al cliente, a mio modo di vedere non molto chiaro.

I miei auspici sono che Tiara continui a costruire barche per le quali ogni diportista ricorda il suo marchio, dalle linee sobrie e pulite, dalla qualità ineccepibile:

di barche belle nella loro semplicità e funzionalità il mercato non sarà mai stufo!

Ottieni una consulenza telefonica diretta richiedendo il tuo ticket consulenza CLICCANDO QUI: ti aiuterò personalmente a fugare i tuoi dubbi, a fare le tue scelte in merito alla tua attuale o futura barca da pesca.

Non dimenticare di leggere FISHERMAN AMERICANI- Il Libro delle Barche per la Pesca Sportiva ed il nuovo e-book La Barca da Pesca Perfetta

PUOI SCARICARE L’ESTRATTO GRATUITO DELLE PRIME PAGINE DELL’ EBOOK
CLICCANDO QUI

 

Buon mare e buona lettura,

Dr. Benedetto Rutigliano
Autore del libro Fisherman Americani
Autore del libro Le 11 buone ragioni per NON comprare una barca (ed una per farlo)
Autore dell’eBook La Barca da Pesca Perfetta
Scrittore per la rivista Pesca in Mare

Be the first to comment on "Tiara Yachts e nuovi modelli: quale rotta ha preso?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*