STAMPA E CONSERVA: i controlli di bordo indispensabili.

Questo articolo lascerà poco spazio ad illustrazioni fotografiche di carattere ricreativo, poiché è stato ideato in modo tale da poter essere stampato e riposto in barca o nel diario di bordo, a mo’ di promemoria.

Se per molti di coloro che si destreggiano con le barche da tempo, quelle che seguiranno possono sembrare ovvietà, spesso le più grandi “rogne” nascono proprio da un approccio superficiale e scontato al mare. Ivi incluse le attività a questo connesse, come il diporto.

Leggere ed imparare queste semplici indicazioni potrà aiutarvi ad evitare avarie od emergenze del tutto prevedibili, prima di lasciare il porto.

 


Selezionare, stampare e riporre in barca:

  1. VALVOLE DI PRESA A MARE: verifica che tutte le valvole si aprano facilmente; se una o più valvole richiedono troppo sforzo, applica del CRC-666 Marine o equivalente prima di muoverle. Ripetere l’operazione almeno 2 volte alla settimana per un mese, fino a scomparsa totale del difetto;

  2. OMBRINALI DI SCARICO E FORI DI DRENAGGIO IN POZZETTO: verifica che siano liberi e non ostruiti da incrostazioni o infiorescenze. Nel caso siano intasate, aiutati con un coltellino a lama liscia per rimuoverle ed inserisci un tubo con acqua dolce a pressione dall’interno per liberare i residui. Se lo sporco persiste, tappare lo scarico all’esterno della murata ed utilizzare un utensile stura-lavandini. A sturamento avvenuto, versare nel foro di drenaggio in pozzetto del prodotto per sentine marino e lasciarlo agire per 24 ore prima di scaricarlo.

  3. POMPE ACQUA DOLCE E SALATA: verificare che le pompe non intervengano frequentemente dopo che gli impianti siano stati messi in pressione. In caso contrario, verificare lungo il percorso delle tubazioni eventuali perdite.

  4. RACCORDI TUBAZIONI: verificare la tenuta dei raccordi e delle fascettature degli attacchi dei tubi di drenaggio. Nel caso, serrare le fascette mollate.

  5. CABLAGGI QUADRO DI DISTRIBUZIONE BATTERIE: controllare serraggi

  6. VERRICELLO SALPA-ANCORA: controllare che i magnetotermici del verricello siano armati prima di salpare: se azionando il verricello, uno o più di essi scattano, necessitano di sostituzione. In caso di avaria dell’impianto, tenere sempre a portata di mano una cima abbastanza lunga da consentire l’ancoraggio, nonché un’ancora di riserva se si vorrà comunque uscire. Ancorarsi a volte può essere necessario in virtù di panne ai motori o ingovernabilità dell’imbarcazione.

  7. LUCI DI VIA e TROMBA: verificarne il corretto funzionamento.

  8. FILTRI SEPARATORI: controllare la pulizia delle cartucce filtro Racor, ove presenti, drenando eventuali accumuli di acqua sul fondo. Se sporche, sostituirle.

  9. CONTROLLO LIVELLI: olio motore, invertitori o piedi e livello fluido di raffreddamento.

  10. CONTROLLO PERDITE IN CALA MOTORI: trafilaggi di olio o fluido di raffreddamento nella zona sottostante i motori.

  11. SENTINE: verifica che siano asciutte e che le pompe si inneschino correttamente

  12. TIMONERIA: verifica giochi od eventuali laschi al timone: nel caso ve ne siano, sarà necessario effettuare lo spurgo e verificare in sentina che non vi siano tracce di fluido timoneria. In tal caso, si renderà necessaria l’individuazione della perdita ed il ripristino del livello del fluido.

N.B.: è consigliabile eseguire le verifiche in GRIGIO ogni 40-50h di moto. Quelle in NERO prima di ogni uscita.


Buoni controlli e Buon Mare,

Benedetto
Autore di Fisherman Americani
Autore di “Le 11 buone ragioni per NON comprare una barca (ed una per farlo)”
Autore di “La Barca da Pesca Perfetta- Guida sintetica” eBook
Scrittore per la rivista Pesca in Mare

Be the first to comment on "STAMPA E CONSERVA: i controlli di bordo indispensabili."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*